Vai ai contenuti

Castellucci Mons. Erio - Vescovo di Modena

Indice analitico > C - F

Gli auguri de IL FARO al nuovo arcivescovo
Modena, 05/06/2015

Rev.mo
Don Erio,

il Centro Culturale Cattolico IL FARO desidera parteciparLe la gioia del consiglio direttivo, degli amici e dei simpatizzanti, per la nomina alla guida della Diocesi di Modena-Nonantola. Mediante la preghiera molti hanno chiesto che il nuovo vescovo fosse "secondo il Suo cuore" e siamo certi nella fede che sarà così.
Nonostante la nostra pochezza, cercheremo di rispondere alle Sue sollecitazioni di pastore e guida, con tutti i mezzi a nostra disposizione. Nello specifico, siamo una delle assocciazioni ecclesiali che operano in diocesi; siamo un centro culturale che lavora, con poche persone e pochi mezzi, per la diffusione della buona dottrina alla luce della Parola di Dio, della Dottrina Sociale della Chiesa e del suo Magistero.
In questi ultimi mesi siamo impegnati a far conoscere, ovunque chiamati (per lo più nelle parrocchie della diocesi) gli sfaceli che produrrà nel nostro tessuto sociale la perniciosa teoria del Gender che tanto preoccupa anche Papa Francesco.
Senza dilungarci, ci rendiamo fin da ora disponibili a presentarci a Lei non appena ce ne saranno le condizioni. Il motto da Lei scelto "Adiutores gaudii vestri" è già un chiaro programma cui fare riferimento.
Complimenti per la nomina e auguri sinceri per il Suo nuovo ministero.
Ci consenta, in comunione di preghiera, di abbracciarLa nel Signore.
A presto.

Per il Centro Culturale Cattolico "il Faro"
- www.centroculturaleilfaro.it -
il Presidente
Giuseppe Grana

Il futuro arcivescovo, Don Erio Castellucci,
risponde agli auguri inviati dal FARO

Gent.mo dott. Giuseppe,
grazie di cuore per il messaggio e per la disponibilità! Ci conosceremo senz'altro; nel mio saluto ai modenesi ho messo in evidenza il desiderio di dialogare con il mondo della cultura anche attraverso l'ISSR e le realtà culturali della diocesi. Avremo quindi modo di conoscerci. Intanto vi ringrazio per quanto già state facendo, soprattutto per informare sui guasti delle teorie del "gender" e formare ad una sana e ragionevole coscienza dell'identità affettiva e sessuale.

                      Un caro saluto!
                      d. Erio

Da: Comunicazioni Sociali Arcidiocesi di Modena-Nonantola <comunicazionisociali@modena.chiesacattolica.it>
Date: 1 settembre 2015 11:47
Oggetto: Veglia del 5 settembre: un importante momento di Chiesa

A: Nostro tempo Cei <nostro-tempo@modena.chiesacattolica.it>


A nome dell’amministratore diocesano mons. Morandi, rinnoviamo l’ invito  alla veglia di sabato  5 settembre, alle ore 21 in Cattedrale,  con le parole scritte da don Alberto  Zironi:
La veglia di preghiera di sabato 5 settembre alle ore 21 in Cattedrale, in preparazione all’ordinazione del vescovo Erio

rappresenta, per certi versi, una novità nella nostra Diocesi. Infatti i precedenti Arcivescovi, almeno nell’ultimo secolo, arrivavano a Modena già da una precedente esperienza di ministero episcopale (avevano già ricevuto l’ordinazione episcopale da diversi anni e venivano poi “trasferiti” o “promossi” a Modena-Nonantola). Nel caso presente, invece, il Santo Padre Francesco ha nominato nostro Arcivescovo un presbitero, che prima deve essere ordinato vescovo e poi fare il suo ingresso tra noi. E’ quindi una cosa molto bella che ci si raccolga in preghiera per chiedere per il nostro vescovo eletto il dono dello Spirito Santo e per noi la grazia di una vera disponibilità ed obbedienza al suo servizio ministeriale. Anche negli Atti degli Apostoli si narra che nella comunità di Antiochia Paolo e Barnaba  vengono “riservati” con l’imposizione delle mani in vista dell’evangelizzazione: “C'erano nella Chiesa di Antiòchia profeti e maestri: Bàrnaba, Simeone detto Niger, Lucio di Cirene, Manaèn, compagno d'infanzia di Erode il tetrarca, e Saulo. Mentre essi stavano celebrando il culto del Signore e digiunando, lo Spirito Santo disse: «Riservate per me Bàrnaba e Saulo per l'opera alla quale li ho chiamati». Allora, dopo aver digiunato e pregato, imposero loro le mani e li congedarono”. (At 13,1-3). Si parla di culto del Signore, digiuno e preghiera come requisiti per ricevere il dono dello Spirito, e non solo per l’ordinando vescovo! Ecco dunque l’importanza di una convocazione straordinaria, ad una settimana dall’ordinazione episcopale e dall’ingresso del vescovo Erio, per disporre i nostri cuori all’accoglienza di questo dono di grazia.

Mariapia Cavani, Ufficio Stampa - Tel 059 2133866, Fax 059 2133805

Clicca sul riquadro per leggere e/o stampare l'intera lettera
Per leggere l'intero comunicato, clicca sull'immagine o sul testo
Per leggere e/o stampare l'intero articolo, clicca sull'immagine
Per leggere tutto e/o stampare, clicca sul titolo dell'articolo
DOTTRINA CATTOLICA E GENDER Lezione magistrale di Mons. Castellucci
Per leggere l'articolo e/o stampare, clicca sul riquadro
Per leggere meglio e/o stampare, clicca sul riquadro


Modena, 31/01/2018

Mons. Erio Castellucci


Comunicato stampa

"Ma qual è il mio paese?"
La società multietnica:
dalla chiusura all'incontro


Lettera alla città
nella solennità di San Geminiano


Per leggere meglio o tutto o stampare o attivare eventuali link, clicca sul riquadro
Per la giornata della vita, S.E. Mons. Castellucci celebrerà la Santa Messa alle ore 18:00 a Modena, in cattedrale
Per leggere meglio o tutto o stampare o attivare eventuali link, clicca sul riquadro
Per leggere tutto o meglio o stampare o attivare eventuali link, clicca sul riquadro
SANTE MESSE MODENA 22/03/2020
Per leggere meglio o stampare, clicca sul riquadro.
Per attivare i link: prima clicca sul riquadro, poi clicca sul link prescelto.
IN CAMMINO VERSO LA SANTA PASQUA
Le Celebrazioni dell’Arcivescovo Castellucci
 dalla Domenica delle Palme alla S. Pasqua
 
In ottemperanza alle disposizioni del Governo e della CEI sulle misure per contrastare la diffusione del Covid-19, anche le celebrazioni della Domenica delle Palme, della Settimana Santa e della S. Pasqua saranno celebrate dall’Arcivescovo Erio Castelluc-ci nel Duomo di Modena senza la presenza di fedeli.
 
Sarà possibile assistere alle S. Messe in diretta televisiva o streaming grazie al prezioso lavoro delle emittenti locali.
 
Domenica delle Palme, 5 aprile 2020, ore 18: la Santa Messa sarà trasmessa in diretta su Trc (canale 11, https://www.modenaindiretta.it) e TvQui (canale 19, https://www.tvqui.it).
 
Giovedì Santo, 9 aprile 2020, ore 17: diretta su Trc (canale 11,
Venerdì Santo, 10 aprile 2020, ore 17: diretta su Trc (canale 11,
Sabato Santo, 11 aprile 2020, ore 18: diretta su Trc (canale 11,
 
S. Pasqua, Domenica 12 aprile 2020, ore 18: la celebrazione sarà trasmessa in diretta su Trc (canale 11, https://www.modenaindiretta.it) e su Tv Qui (canale 19, https://www.tvqui.it).

Il nostro Arcivescovo celebrerà inoltre la Santa Messa della Domenica delle Palme e di Pasqua in Cattedrale, a Carpi, alle ore 11 con diretta televisiva su TvQui (canale 19, https://www.tvqui.it).
 
CELEBRAZIONI IN DIRETTA STREAMING
Per accedere ai collegamenti, clicca su un punto qualsiasi del riquadro, poi clicca sul link prescelto


 
27/04/2020

 
Gentili Sindaci, nel corso della drammatica vicenda di pandemia da coronavirus, vi scrivo, come primo responsabile delle comunità cattoliche dei nostri territori, in vista della “fase due” che prenderà avvio tra pochi giorni. Pur consapevole di una possibile strumentalizzazione politica, ho pensato di inviarvi questa Lettera aperta, che tocca anche corde sensibili del periodo che stiamo vivendo...
Torna ai contenuti